KIDS

Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni

 

III Edizione - Lecce, dal 28 Dicembre 2016 al 8 Gennaio 2017

Il mondo salvato dai ragazzini è il titolo che scelse Elsa Morante per una raccolta di poesie nel 1968.

E’ vero, la terza edizione di Kids mette al centro i bambini, con il loro potere rivoluzionario, con i loro occhi capaci di capovolgere il mondo, di prendersene cura e  di sognare allo stesso tempo di renderlo migliore. Un mondo fatto non sempre di primi della classe, ma di ultimi come come Pollicino, la piccola fiammiferaia, Il Brutto Anatroccolo, come Alex di Fa’aafine che cerca la sua identità, come Tarek che affronta il suo viaggio per il deserto e per il mare. I bambini ne scopriranno le forme, i ritmi che ne regolano le stagioni, le tradizioni e le culture anche più lontane che vengono da quello arabo, la saggezza che viene dai racconti dei più anziani e l’amore incondizionato per la natura.

 

Tanti tasselli che grazie al teatro possono aiutarci a costruire delle persone migliori in un mondo migliore.

Buon kids a tutti! 

 

INFO & BIGLIETTERIA

COSTO DEL BIGLIETTO

€5.50 - adulti e bambini

€6.00 - prevendita e prenotazione telefonica

€6.50 - vendita online

€3.00 - ingresso concerto 8 gennaio

 

KIDS CARD

3 spettacoli €13.50

 

PREVENDITE

c/o Open Space di Piazza S. Oronzo

c/o Castello Carlo V - Tel. 0832246517

orari: feriali dalle 9.00 alle 19.30

domeniche dalle 9.30 alle 19.30

vigile dalle 9.00 alle 19.00

festività dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00

 

PREVENDITA ONLINE

www.bookingshow.it

 

INFO E PRENOTAZIONI TELEFONICHE

3403129308 / 3277372824 / 3403769613

3282862885 / 3281025863

 

FACEBOOK

kidsfestivaldelteatro

#kidsfestival

Il programma potrebbe subire variazioni indipendenti dalla nosta volontà.

 

Si raccomanda la massima puntualità per gli spettacoli e per il ritiro dei biglietti.

 

Si consiglia di rispettare le età indicate per consentire l'ottimale riuscita degli spettacoli e garantire ai bambini un giusto approccio al teatro.

 

SPETTACOLI

Teatro Paisiello / dai 5 anni

28 Dicembre 17.30 / 29 Dicembre 20.30

Pollicino offre al pubblico dei bambini un’occasione per confrontarsi con il sentimento della paura. La storia di Pollicino è, infatti, una “fiaba scura”: “Come fate a dormire? Sarà la paura, ma io non ci riesco”, dice Pollicino ai fratelli maggiori.

Il protagonista della vicenda è piccolo, il più piccolo, ma la sua paura, grande, non lo annichilisce. Ciò che, al contrario, lo rende vincitore  di fronte alle avversità della vita è la curiosità ed il suo coraggioso desiderio di conoscere la realtà, anche nei suoi aspetti più crudeli. E’ la curiosità che spinge Pollicino a vigilare su quanto dicono e fanno i genitori ed egli è in grado di avvertire con tempestività il pericolo e di attrezzarsi per farvi fronte.Dalla casa del padre a quella dell’Orco, attraverso il bosco si avvia al mondo, verso altri boschi ed altre case… Pollicino non fa ritorno a casa sua e non si perde: il suo viaggio continua. In compagnia dei fratelli.

Lo spettacolo viene agito da un attore-narratore che vive e racconta, al tempo stesso, la vicenda, evocandola e rapportandosi, a volte direttamente, al pubblico. Gli oggetti di scena e la scrittura dello spazio offrono un esempio di “teatro di narrazione con oggetti” assai originale ed interessante, caratteristico della riuscitissima, ed ormai storica, collaborazione fra Claudio Casadio e Marcello Chiarenza.

Dedicato a tutti i pollicini che, con leggerezza, attraversano i boschi del mondo. Anche quelli devastati dalle bombe.

Il Giardino delle MagieIL

Ammirato Culture House / età dai 7 anni

28 Dicembre 19.00

In un grande giardino pieno di alberi e fiori, un vecchio sta infornando il pane. Si chiama André. È sporco di farina e sorride. Un bambino lo guarda. Il suo nome è Nicolas. Sono vicini di casa, André e Nicolas, una vecchia casa di pietra con il tetto spiovente per la neve. André è il migliore amico di Nicolas. Da grande vorrebbe essere esattamente come lui, vecchio e sorridente. André vive con Dorine. Si amano e vivono insieme da una vita. A casa di Nicolas invece sembra che la felicità sia volata via e il giardino di André è il suo rifugio, ci passerebbe un sacco di tempo perché il pane, burro e marmellata che prepara André è buonissimo, perché l’orto di André nasconde meraviglie, perché in quel giardino il silenzio è pieno di vento e porta i ricordi di una lunga storia d’amore, perché anche se Dorine è molto malata, in quel giardino regna la pace e André è un mago che conosce mille trucchi per far tornare il sorriso. 

ASPETTANDO IL VENTO - Luigi D'Elia e Francesco Niccolini | INTI

Ammirato Culture House / età dai 7 anni

29 Dicembre 19.00

Aspettando il vento è l’avventura di crescita e mistero di tre ragazzini che si incontrano sperduti in un’ immensa palude nella stagione del passaggio degli uccelli migratori. C’è Arturo, un bambino che nella vita sarà sempre un pinguino: non c’è niente da fare, non volerà mai. Il suo papà viaggia per lavoro e ora c’è una nuova casa, un nuovo paese. Il suo papà ha i capelli che cambiano con il vento: lisci a tramontana, ricci con lo scirocco. Nel nuovo paese c’è Caterina, una ragazzina che sa tutto degli uccelli migratori. Ed è troppo carina... anche se ha gli occhiali e l'apparecchio sopra e sotto. E poi c’è Andrea, un bambino con una passione così profonda da far presagire un destino più grande, misterioso e magico. Lui nella vita sarà una rondine, non c'è dubbio.
Un universo lieve, di avventure, giochi e amori. Nuovo, tutto da scoprire.
Un’amicizia che ha il suono del vento tra le canne e del silenzio nella palude al tramonto. Arturo, Caterina e Andrea sembrano disegnati sull'acqua dello stagno, hanno il cielo dentro, affrontano il mistero e insieme si conoscono e si raccontano, con la meraviglia dentro gli occhi. Finché non arriva una notte che le stelle sono allineate, il vento è cambiato e per tutti e tre sarà arrivato il momento di diventare un po’ più grandi.

Aspettando il vento è una storia originale (Finalista 2015 al Premio Andersen di letteratura per l’Infanzia) scritta da Luigi D’Elia e Francesco Niccolini ambientata in un luogo che esiste davvero, la Riserva Naturale di Torre Guaceto in Puglia, e nata un giorno d’agosto del 2007 quando un incredibile incendio cancellò in una notte la palude degli uccelli migratori.

LA GRANDE FORESTA - Luigi D'Elia e Francesco Niccolini | INTI

Ammirato culture House / età dai 7 anni

30 Dicembre 19.00

PREMIO NAZIONALE EOLO AWARDS 2013 per il Teatro Ragazzi “Miglior Novità”

 

In un piccolo paese senza nome un bambino cresce tra scuola, casa e un grande bosco. Il bambino va a scuola a piedi, corre, non vuole aspettare: vuole crescere e diventare un cacciatore, come suo nonno. Suo nonno invece gli impone la lentezza, la scoperta del bosco e delle sue regole, di un mondo che si sta estinguendo, ma che – per chi lo sa guardare con pazienza – è immensamente più bello di quello che stiamo costruendo. Nel bosco vicino, misterioso e pieno di vita, si nasconde un lupo, antico come una leggenda. Ma un giorno in paese arriva la paura, si perde l’innocenza e il bambino e il nonno devono mettersi sulle tracce del lupo. Qualcosa nel bosco, alla fine del tempo, nell’odore del lupo, aspetta tutti e tre.

Un villaggio in un qualunque sud d'Italia, dove gli alberi scompaiono e – con loro – anche chi li abita, uomini e lupi.

LA - Cà Luogo d’arte (Parma)

Manifatture Knos / età dai 3 anni per tutti

29 e 30 Dicembre 16.30 e 18.30

«Un piccolo capolavoro». Così la critica ha definito la realizzazione scenica di questa fiaba di Andersen che porta la firma inconfondibile e la cifra stilistica di Maurizio Bercini.

La piccola fiammiferaia non è un racconto semplice, come molto bene sanno gli adulti, perché costringe il lettore o lo spettatore a confrontarsi con i temi della povertà, dell’amore negato e della morte, argomenti difficili anche soltanto a nominarli.

Ma nei giochi dell’infanzia, così come in teatro, si muore e si rivive mille volte, così come la più terribile cattiveria lascia spazio in pochi secondi al più grande gesto d’amore.

E quando si è bambini è bello ridere a crepapelle quanto piangere di commozione o di rabbia. Ci sono temi importanti, eticamente rilevanti, che lo sguardo di un bambino riesce a filtrare e a porgere diversamente a un adulto. Nello spettacolo di Bercini la bambina dei fiammiferi è una marionetta. E questa scelta permette ai giovani spettatori di non identificarsi con la protagonista, ma di cogliere nel processo di straniamento sia la politica della denuncia che la poetica delle emozioni, in un confronto senza paura con quella parte dell’umana esistenza della quale i bambini sono angelicamente consapevoli, ma dalla quale troppo spesso vengono preservati con amorevole censura dagli adulti.

FA' mi chiamo Alex e sono un dinosauro - CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia / Teatro Biondo Palermo

Teatro Paisiello / per tutti dagli 8 anni

30 Dicembre 20.30

vincitore Eolo Awards 2016 - miglior spettacolo di teatro ragazzi e giovani

vincitore Premio Infogiovani 2015 - FIT Festival Lugano

vincitore premio Scenario Infanzia 2014

patrocinio ufficiale di Amnesty International - Italia 'per aver affrontato in modo significativo un tema particolarmente difficile a causa di pregiudizi ed ignoranza, rappresentando con dolcezza il dramma vissuto oggi da molti giovani'

Esiste una parola nella lingua di Samoa, che definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro. Fa’afafine vengono chiamati: un vero e proprio terzo sesso cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”; è un “gender creative child”, o semplicemente un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina. La sua stanza è un mondo senza confini che la geografia possa definire: ci sono il mare e le montagne, il sole e la luna, i pesci e gli uccelli, tutto insieme. Il suo letto è una zattera o un aereo, un castello o una navicella spaziale. Oggi per Alex è un giorno importante: ha deciso di dire ad Elliot che gli vuole bene, ma non come agli altri, in un modo speciale. Cosa indossare per incontrarlo? Il vestito da principessa o le scarpette da calcio? E’ inamorato e per la prima volta, e sente che tutto questo non basta più. Oggi vorrebbe essere tutto insieme, come l’unicorno, l’ornitorinco, o i dinosauri. Fuori dalla stanza di Alex ci sono Susan e Rob, i suoi genitori. Lui non vuole farli entrare; ha paura che non capiscano, e probabilmente è vero, o almeno lo è stato, fino a questo momento. Nessuno ha spiegato a Susan e Rob come si fa con un bambino così speciale; hanno pensato che fosse un problema, hanno creduto di doverlo cambiare. Questo spettacolo è il racconto di un giorno nelle loro vite, un giorno che le cambierà tutte. Un giorno speciale in cui un bambino-bambina diventa il papà-mamma dei suoi genitori, e insegna loro a non avere paura. Quando Alex aprirà la porta, tutto sarà nuovo.

  

IN VIAGGIO CON LE STORIE

Museo Ferroviario / età dai 6 anni

30 e 31 Dicembre 10.00 e 11.45

Sui treni storici di Puglia del Museo Ferroviario di Lecce

Un piccolo festival nel festival, un luogo speciale dove riposano alcune locomotive straordinarie che hanno attraversato luoghi e incontrato storie di ogni tipo da fine 800 agli anni 60.  8 attori-narratori con otto diversi racconti da scegliere e gustare comodamente seduto nei vagoni del treno dove si viaggerà di sicuro…ma con le storie. Attenti al capostazione Dario Cadei.

 

30-31 dicembre ore 10.00 e 11.45

# Binario 1- Daria Paoletta in viaggio con Tzigo

Storia popolare tzigana che ha come protagonista Tzigo e Il fiore azzurro che nasce dalle lacrime del giovane versate alla morte della madre e sarà il suo spirito guida nel cammino alla ricerca della felicità e della fortuna. In un continuo gioco di ruoli, la narratrice e Tzigo attraversano boschi e villaggi, incontrano aiutanti magici e affrontano la terribile strega Muma Padurii.

dai 6 anni in su – durata 45 min

Daria Paoletta Allieva del maestro e regista Carlo Formigoni avvia l'esperienza del teatro d'attore per ragazzi e diviene uno dei fondatori della compagnia stabile di Foggia. Nel 96 decide di intraprendere un altro percorso e costituisce, insieme a Raffaele Scarimboli, una nuova formazione: la Compagnia Burambò che oggi, al seguito di quasi vent'anni di attività, è un'affermata realtà di teatro di figura a livello nazionale ed internazionale. Vincitori di diversi premi, il più importante Eolo Awards come miglior spettacolo di teatro di figura 2012 con il titolo di repertorio “Secondo Pinocchio”. L'approccio al teatro di narrazione nasce spontaneo nel 2010 e si va affinando grazie agli insegnamenti dell'attore regista Roberto Anglisani. Nel 2015 le è stato assegnato il premio EOLO AWARDS 2015  come Nuova figura del teatro ragazzi nel campo della narrazione.

# Binario 2- Giuseppe Ciciriello in viaggio con Zhoran

 

Una narrazione che intreccia storie, storie tratte dalla tradizione Rom e storie ispirate a questa e riscritte o reinventate come è nella natura del raccontare, e le intervalla con riflessioni filosofiche, ironiche e sarcastiche, sulla diversità e sull’uomo…Si raccontando storie, storie di Zingari, storie senza pretesa di verità ma sempre con una profonda riflessione, ironica e leggera quanto basta per lasciarne il dubbio.

Dai 6  anni – durata 45 min

 

Giuseppe Ciciriello Inizia con il teatro di stada e 2000  musici e cantastorie. Nel 2003 comincia la collaborazione con il Maestro Carlo Formigoni  con il quali lavora a deversi progetti formandosi al teatro e la tenica brechtiana. Nel 2007 fonda la cooperativa teatrale Archelia, per la quale scrive “Guyelmo” e “Il traìno dei fessi”, “Cronache dalla terra promessa” e  “Storie di Zhoran” che dirige ed interpreta.  Nel 2008 comincia la lunga e proficua collaborazione con Armamaxa Teatro, con la quale produce spettacoli come , “Robin Hood ” o “La regina delle Nevi”.

Per il cinema ha lavorato a “Fine Pena Mai”, “Il paese delle spose infelici”, “Ci vediamo Domani”.

#Binario 3 - Enrico Messina in viaggio con Orlando

Una versione particolare e innovativa del poema epico cavalleresco dove prendono vita le vicende dei paladini di Carlo Magno e dei terribili saraceni assieme ad accampamenti, cavalieri, dame, duelli, incantagioni, palazzi, armature e destrieri. Un vortice di battaglie ed inseguimenti il cui motore è sempre la passione, vera o presunta, per una donna, un cavaliere, un ideale.  

Dai 7 anni – durata 45 min

IN VIAGGIO CON LE STORIE

Museo Ferroviario / età dai 6 anni

3 Gennaio 10.00 e 11.45

Sui treni storici di Puglia del Museo Ferroviario di Lecce

Un piccolo festival nel festival, un luogo speciale dove riposano alcune locomotive straordinarie che hanno attraversato luoghi e incontrato storie di ogni tipo da fine 800 agli anni 60.  8 attori-narratori con otto diversi racconti da scegliere e gustare comodamente seduto nei vagoni del treno dove si viaggerà di sicuro…ma con le storie. Attenti al capostazione Dario Cadei.

 

# Binario 1- Fabrzio Pugliese  in viaggio (all’inferno) con Bertuccia

Uno spettacolo in cui narratore e burattino, Bertuccia appunto,  raccontano un viaggio tra diavoli e fantasmi alla ricerca del piccolo Bertuccino, il figlio del nostro protagonista, sparito proprio per le “disattenzioni”  di quel suo papà strampalato.  Un viaggio alla ricerca di quel tempo utile per fermarsi e raccontare una storia tra padre e figlio.

Dai 6 anni – durata 45 min.

Fabrizio Pugliese,  attore e autore calabrese ormai naturalizzato leccese (Koreja, PricipoAttivoTeatro, URA Teatro) pur lavorando soprattutto col ‘noiosissimo’ teatro per adulti, mantiene sempre viva la sua passione per il teatro ragazzi e con la sua creatura, il burattino Bertuccia, continua a raccontare storie in giro per strade e teatri.

 

# Binario 2 – Sara Bevilacqua in viaggio con le streghe

In un tempo lontano lontano, in un sogno. In un terra abbandonata, consumata da incatesimi e magie. Tre streghe custodi del mistero della luce ed un giovane “uardastelle” si affrontano, Il Destino non aspetta più. Improvviso arriva, stravolge, sembra distrugga ma, in realtà salva e fa "rifiorire".

Dai 6 anni – durata 45 min.

 

# Binario 3 – Ilaria Carlucci in viaggio con Dafne

Un dio sprezzante, una ninfa che parla con gli animali e la freccia malandrina di Cupido… sono i motori di una storia d'amore impossibile, che genera una corsa a perdifiato nei boschi alla scoperta di un corpo nuovo, fatto di resina e corteccia, col vento tra i capelli.

Un racconto ironico e coinvolgente per grandi e piccini, che gioca col mito antico parlando di ricerca coraggiosa della propria strada. 

Dai 6 anni – durata 35 min.

Ilaria Carlucci, attrice e narratrice leccese. Collabora con il Teatro comunale di Novoli e la Compagnia Factory. Trova nel teatro di narrazione la possibilità di farsi attraversare dalle storie e di giocare a ricrearle assieme agli occhi dello spettatore. 

IN VIAGGIO CON LE STORIE

Museo Ferroviario / età dai 6 anni

7 Gennaio 10.00 e 11.45

Sui treni storici di Puglia del Museo Ferroviario di Lecce

Un piccolo festival nel festival, un luogo speciale dove riposano alcune locomotive straordinarie che hanno attraversato luoghi e incontrato storie di ogni tipo da fine 800 agli anni 60.  8 attori-narratori con otto diversi racconti da scegliere e gustare comodamente seduto nei vagoni del treno dove si viaggerà di sicuro…ma con le storie. Attenti al capostazione Dario Cadei.

 

# Binario 1- Fabrizio Pugliese – in viaggio (all’inferno) con Bertuccia

 

# Binario 2 – Silvia Civilla – in viaggio con il libro Cuore

Il Cuore degli Eroi ripercorre, attraverso i racconti della Signora Maestra, le meravigliose  storie del libro Cuore di Edmondo De Amicis. Assieme a lei viaggia anche Cartoccia, lo spirito accartocciato di queste storie, che si diverte però a intervenire nella partecipata narrazione della Signora Maestra, modificando a proprio modo dettagli, più o meno piccoli.

Dai 6 anni – durata 45 min.

Silvia Civilla – Attrice e regista, lavora nel teatro ragazzi da più di 25 anni, con grande attenzione e sensibilità verso il mondo e la condizione dell'infanzia. Nel 1983 frequenta la Scuola Internazionale di Teatro diretta da Jacques Lecoq (Parigi) e nel 1985 si diploma all'Ecole des Buffons di Serge Martin (Parigi). Dal 1984 al 1988 lavora come attrice nella Compagnia Teatrale Koreja. Nel 1989 fonda il Teatro Anteo iniziando anche una serie di interventi didattico-teatrali all’interno delle scuole. Nel 1999 fonda TerramMare Teatro. Dal 2008 cura anche la direzione artistica e organizzativa del Teatro Comunale di Nardò (Lecce).

 

 

# Binario 3 – Ilaria Carlucci in viaggio con Dafne

 

*è possibile visitare il Museo ferroviario da 45 min prima di ogni spettacolo.

HEINA E IL GHUL il cous cous spiegato a mio figlio

Ammirato Culture House / età dai 6 anni

2 Gennaio 16.30 e 19.00

É la fiaba araba di Heina, la figlia dello sceicco che, rapita dal terribile Ghul, il mostro di farina, (mostro Bianco in un paese di neri!) è riuscita a fuggire e a tornare a palazzo. Sulla scena il cuoco di corte prepara un sontuoso cous cous per festeggiare l’evento e, danzando e cantando tra tegami e coperchi, racconta la mirabolante vicenda. Così gli ingredienti utilizzati (peperoni, zucchine, patate, cipolle) diventano via via i protagonisti di una grande avventura, finendo poi in pentola. Lo spettacolo è in lingua araba, ma comprensibilissimo grazie al gioco scenico che vede verdure e stoviglie nel ruolo di burattini. La tecnica narrativa utilizzata, detta “furgia”, è diffusa nella zona di Marrakech e consiste nello stravolgimento ironico delle fiabe tradizionali. In questa tecnica è molto importante l'utilizzo degli oggetti che sono il pilastro narrativo dell'azione. Con Heina e il Ghul infatti il cous cous, piatto molto diffuso nell’area del Mediterraneo e ormai conosciuto in tutto il mondo, diventa protagonista di uno spettacolo teatrale senza porlo direttamente sulla scena, ma facendone entrare gli ingredienti travestiti da personaggi della fiaba. E, tra assonanze e dissonanze linguistiche, i presenti si avvicinano all’origine e alla storia del cous cous, dei suoi ingredienti, e alle ricette di vari paesi.

SOTTO LA TENDA. Ti presento il mio Marocco

Ammirato Culture House / età dai 5 anni

3 Gennaio 16.30 e 19.00

Durante lo spettacolo i piccoli spettatori e le piccole spettatrici trovano posto sotto una grande tenda beduina montata sulla scena. Seduti in questo luogo antico, simbolo di una vita nomade, di preghiera, di incontri e di accoglienza, incontrano chi li condurrà per il deserto, da Marrakech fino al mare, attraverso una mappa immaginaria del Marocco e un gioco scenico incalzante. Scopriremo attraverso le suggestioni e i racconti di un attore marocchino che ripercorre con i bambini i ricordi, la geografia e la storia di un mondo lontano. Sotto la tenda è un dialogo recitato e condiviso nei suoni e nei profumi di una casa immaginaria, creata appositamente per il giovane pubblico. É un viaggio fantastico che attraversa città, montagne e deserti, un percorso che, con l'utilizzo di terre colorate e di oggetti tradizionali della cultura araba, porta a conoscere i tuareg e i nomadi, a incontrare personaggi magici e mitici e, alla fine, ad attraversare il mare.

BUONVIAGGIO - compagnia Girovago e Rondella Family Theater

Ammirato Culture House / età dai 8 anni

4 Gennaio 19.00

Un bambino, Tarek,  cammina nel deserto. Indossa una maglietta da calcio e ai piedi porta scarpette rosse, da corsa. Guarda a terra, nella sabbia e cerca conchiglie. Quando le avrà trovate sarà arrivato al mare, potrà imbarcarsi, raggiungere la grande città italiana e realizzare il sogno della sua vita: giocare a calcio nella squadra del cuore. Conosciamo la storia di Tarek attraverso le parole di un pescatore di Porto Palo, uno dei tanti che in mare, sempre più frequentemente, raccoglie esseri umani, spesso doloranti e sfiniti, talvolta senza vita. Lui ci racconta di un viaggio incredibile dal Mali al Mediterraneo a piedi, in treno, o stipato in un groviglio di gambe, sacchi e bidoni d’acqua, su un vecchio camion o su un barcone fatiscente. Ci accostiamo così a un’avventura coinvolgente e straordinaria in cui i pericoli possono essere superati solo in virtù di un grande sogno da seguire. 

LOVE IS IN - Andrea Farnetani (Roma)

Teatro Paisiello / per tutti

2 Gennaio 17.30

Love is in the air mostra i retroscena della vita di un giocoliere.
Gli spettatori saranno in grado di ascoltare i pensieri dell'artista che si esibisce per il loro divertimento; Scopriranno così che, dietro la facciata brillante e rassicurante del performer, si cela l'uomo con la sua giostra di dubbi ed ossessioni, una colossale ansia da prestazione e un dualismo atavico tra successo e fallimento.

Uno spettacolo per tutta la famiglia che sa divertire e stupire per l'eccellente valore dei virtuosismi d'altri tempi, e allo stesso tempo sa commuovere perché un uomo si mette a nudo di fronte ai suoi simili.

 

Andrea Farnetani, vincitore del "Pavè d'Or" al festival de artistes de rue de Vevey 2014 è un artista poliedrico.
La sua ricerca sul clown contemporaneo lo porta allo studio delle tecniche circensi, della danza, del teatro e della magia. Con i suoi spettacoli ha girato per festival e rassegne di tutto il mondo, diffondendo il suo amore per la risata.

JOHANN - Circo el grito (Bruxelles)

Teatro Paisiello / età dagli 6 anni

3 e 4 Gennaio 20.30

Il Circo El Grito porta in scena il delicato delirio di tre personaggi onirici e visionari: una spericolata acrobata aerea, un clown equilibrista e un musicista multistrumentista prendono per mano il pubblico e l'accompagnano nella loro quotidianit , nei loro ricordi, nelle loro fantasie. Spettacolo adatto a tutta la famiglia, in “Johann Sebastian Circus” il carattere multidisciplinare del circo contemporaneo, con le sue danze, giocolerie ed acrobazie, incontra il potere della musica.

 

El Grito nasce a Bruxelles nel 2007 dall'incontro tra l'acrobata aerea uruguaiana Fabiana Ruiz Diaz e l'artista multidisciplinare italiano Giacomo Costantini.
Dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles all'Auditorium Parco della Musica di Roma, El Grito ha diffuso i propri spettacoli in tutta Europa declinando il circo contemporaneo nei suoi tre luoghi simbolo: la strada, il teatro, lo chapiteau. Con oltre mille repliche delle otto differenti produzioni, quello di El Grito è l'unico esempio di compagnia di circo contemporaneo che entra in maniera sistematica nei più prestigiosi centri culturali del Paese. 

IL GIARDINO DI GAIA - Teatro Pan (Svizzera)

Castello Carlo V – Sala Maria D’Enghien / età 1 - 5 anni

3 Gennaio 17.30 / 4 Gennaio 10.30 e 17.30

Entriamo insieme in un mondo incantato…

Qui si narra la storia di un giardino che si trasforma con il passare delle stagioni e di un pulcino che non vuole uscire dal guscio perché sta bene al caldo nel suo uovo.

Passa un anno intero ed in primavera il pulcino nascerà.

Il racconto si muove nello spazio circolare di un grande tappeto di iuta ed ogni spettatore siede, sul proprio cuscino, all’interno della scena.

Gaia e Aprile, le due custodi del giardino, conducono i piccoli ospiti nel viaggio che attraversa le  quattro stagioni. Farfalle, piccoli alberi, fiori, specchi d’acqua, uova magiche, pesci volanti, passano dalle mani delle attrici a quelle dei bambini per comporre il grande gioco nel quale genitori e bambini insieme si trovano coinvolti.

La musica e il canto contribuiscono a creare l’atmosfera accogliente necessaria per permettere la partecipazione al gioco anche dei bambini più piccoli.

Lo spettacolo nasce dall'incontro tra la compagnia svizzera Teatro Pan e Marcello Chiarenza, autore, regista e scenografo italiano e si contraddistingue per l’interattività tra attori e pubblico, senza tralasciare il piano evocativo che emerge nella costruzione delle immagini e delle figurazioni simboliche, ed è in grado di parlare ai bambini di ogni lingua e cultura.

THE HOUSE - compagnia Sofie Krog Teater (Danimarca)

Manifatture knos – Sala teatro / età dai 8 anni

4 e 5 Gennaio 17.30 e 20.30

Ritorna dopo il grande successo nella scorsa edizione questa originalissima commedia dai risvolti da thriller-horror ad opera della geniale compagnia danese Sofie Krog.

Con alcuni personaggi memorabili, teneri e inquietanti e profondamente comici THE HOUSE racconta la storia di un’impresa di onoranze funebri  quando sul letto di morte qualcuno manomette un testamento, un segreto pian piano inizia a svelarsi ed un piano malvagio deve essere fermato.

Sofie Krog e David Faraco ti portano dietro porte chiuse e in stanze che nascondono fatti indicibilmente oscuri. Questa complessa performance di burattini si svolge in una serie di giri con luci intriganti, aggeggi strani e spaventosi effetti sonori; l'ambiente ideale per questo viaggio comicamente agghiacciante.

The house è un comedy thriller ambientato in una casa dal design accattivante che stupisce con un finale sorprendente.

 

Spettacolo con pochissime parole in lingua inglese

MARMELADE - Claire Parsons (Svezia)

Manifatture Knos / età dai 2-6 anni

5 e 6 Gennaio 11.00 e 16.30

PREMIO CULTURA STOCCOLMA 2014

PREMIO RETE CRITICA PER LA DANZA 2015 (SVEZIA)

 

Marmelade è una delicata performance di danza e circo in cui il piccolo pubblico è invitato a toccare, sentire e interagire con i protagonisti.

Marmelade trascina lo spettatore in un’esperienza visiva e sensoriale in cui gli attori, Viktor e Mira, alternano movimenti poetici ad azioni circensi

Marmelade guarda il mondo attraverso il corpo, gli occhi, i sentimenti e agisce in una stanza fatta di soffici gonne, palline circensi e musica di Fellini.

DIARIO - compagnia Factory Compagnia Transadriatica

Teatro Paisiello / età dai 6 anni

5 Gennaio 17.30 / 6 Gennaio 20.30

Un anatroccolo oltre Andersen che usa la fiaba come pretesto per raccontare una sorta di diario di un piccolo cigno, creduto anatroccolo, che attraversa varie tappe della vita come quelle raccontate nella storia originale, e compie un vero viaggio di formazione alla ricerca di se stesso e del proprio posto nel mondo e alla scoperta della diversità come elemento qualificante e prezioso. La nascita e il rifiuto da parte della famiglia, la scuola e il bullismo, il mondo del lavoro, l’amore che arriva inatteso, la caccia e poi la guerra come orrore inspiegabile agli occhi di chiunque, tappe di un mondo ostile, forse, ma che resterà tale solo sino a quando il nostro “anatroccolo” non sarà in grado di guardarsi negli occhi e accettarsi così come è. Non bisogna nascondere le cicatrici accumulate nella vita, perché possono e devono invece diventare il nostro tesoro. Factory, dopo una “Cenerentola" lontana dagli stereotipi, continua l’indagine sul tema della diversità/identità e dell’integrazione attraverso un linguaggio semplice ed evocativo come il teatro-danza.

IL - Il principe Mezzanotte

Castello Carlo V – Sala Maria D’Enghien / età dai 5 anni per tutti

6 Gennaio 11.00 e 18.30 / 7 Gennaio 16.30 e 18.30

Siete pronti ad ascoltare la storia del principe Mezzanotte? Dovrete essere molto coraggiosi perché è una storia misteriosa, e divertente e buffa, ma anche un po’ paurosa. C’è una volta un principe, dico c’è perché mica è morto poveretto, insomma c’è una volta un principe di nome Mezzanotte, nato a mezzanotte e perdutamente innamorato del buio e delle stelle. E’ proprio di notte che prendono vita i sogni. Ma anche i sogni più belli posso trasformarsi in incubi, proprio come accadde al nostro povero principe, costretto a nascondersi in questo magico comò per sfuggire alla maledizione della terribile strega Valeriana.


Il Principe Mezzanotte è vittima di una maledizione: quando incontrerà il vero amore sarà destinato a trasformarsi in un essere mostruoso. Per sottrarsi a tale destino decide di non innamorarsi mai, si rinchiude in un maniero fumoso e vive da solo, triste e malinconico. Un carosello di personaggi buffi e grotteschi ci porteranno nel mondo di questa fiaba delicata e romantica raccontata con uno stile insolitamente noir, misterioso e poetico. 

LA - Canzoni Inedite Per Bambini un concerto a cura di Paola Petrosillo e Vito de Lorenzi (Lecce)

Cantieri teatrali Koreja / età dai 3 anni per tutti

6 Gennaio 11.00 e 17.30

La Carovana delle Merende è un concerto/gioco dedicato ai più piccoli. È un progetto musicale che comprende una raccolta di canzoni inedite per bambini. Un dialogo tra voce e strumenti, frutto di un’attenta ricerca sul suono, sulla lingua, sulla grafica e sulla creatività. Canzoni giocose, racconti, storie ed esperienze quotidiane vissute dai bambini che lanciano, in modo naturale, uno sguardo divertito e attento al mondo dei grandi.

 

MA LE SORPRESE NON FINISCONO QUI!!! La Befana abiterà il foyer per un giorno intero, nascosta fra giochi, clown, storie e burattini. O forse in una caramella o in un pezzetto di carbone. A VOI SCOPRIRLO!  TANTISSIME SORPRESE affolleranno il foyer dei Cantieri Koreja per uno spettacolo nello spettacolo: la vecchina sui trampoli, il corner del Face Painting dedicato a tutti i bambini (e non solo), i Burattini de “Il Piccolo Teatro di Pane” e poi, ancora, le "Storie con le mani" di Ottavia Perrone e Francesco Cortese, i Libri di Orecchio Acerbo e Ippocampo e i Cd de "La Carovana delle Merende". E per restare in tema dolce, alle ore 10 il consueto appuntamento con Il Tempo di Momo Vegan&Raw e il Laboratorio di BioColazione.

 

UNA VERA GIORNATA DI FESTA!

 

Info e prenotazioni: 0832/242000

#TeatroInTasca

DIVA - Sofie Krog Teater (Danimarca)

Manifatture Knos – Sala teatro / età dai 9 anni

7 Gennaio 17.30 e 20.30

Nelle profondità di un cabaret scuro ed eccentrico, le vite di una bella diva, del suo maggiordomo innamorato, di un assistente di laboratorio malizioso e di uno scienziato completamente folle stanno per scontrarsi.

 

Gli spettatori sono attratti nel mistero all'interno delle mura del cabaret dove ogni personaggio s’imbatte in una serata sfortunata che potrebbe anche essere l'ultima.

 

La storia di Krog attinge alla fantascienza e ad altri cliché cinematografici, giocando con loro in modi insoliti e imprevedibili.

 

DIVA è un tour de force di destrezza manuale orchestrata da Sofie Krog che manipola tutta l'azione su diversi palcoscenici dall'interno di un piccolo teatro girevole e non sarà difficile domandarsi davvero se abbia più di due braccia. Sembra impossibile infatti, per una sola persona, animare così tante scene così velocemente e allo stesso tempo quasi impossibile per così tanti burattini prendere vita allo stesso tempo grazie ad un solo paio di braccia.

STORIA (mannaggia ‘a mort) - Principio Attivo teatro (Lecce)

Manifatture Knos – Sala teatro / età dai 5 anni

7 Gennaio 18.30

PREMIO EOLO AWARDS 2010

 

“Storia di un uomo e della sua ombra” è un cartone animato in bianco e nero, un film muto con due attori in carne e ossa. La scena si apre su un vuoto, nessun oggetto sul palcoscenico, solo la luce che lentamente cresce. Irrompe un personaggio che rappresenta una persona qualunque e che lentamente si costruisce il proprio destino e il proprio futuro intorno a una casa invisibile, disegnata sulla scena con semplici linee bianche. Una figura inattesa viene a turbare i propri piani e inizia a mutare la normale vita dello spensierato uomo.

La parabola e la dinamica tra i due personaggi ci descrive in maniera semplice e diretta i conflitti tra gli esseri umani; tra il bianco e il nero, tra il buono e il cattivo, tra un uomo e la sua ombra. Con pochissimi artifici scenici e l’originale uso della musica dal vivo si racconta una storia vecchia come il mondo che si dipana tra conflitti, equivoci e gag divertenti e poetiche allo stesso tempo.

Il linguaggio usato è quello del teatro fisico, delle clownerie e dei film muti.

Uno spettacolo che fa ridere, riflettere e commuovere con oltre 300 repliche sul territorio nazionale e internazionale.

CKO - Teatro Necessario (Colorno)

Manifatture Knos – per tutti

8 Gennaio 11.00 e 16.30

Concerto continuamente interrotto dalle divagazioni comiche dei musicisti o spettacolo di clownerie ben supportato dalla musica? Clown in libertà è un momento di euforia, ricreazione e ritualità catartica per tre buffi, simpatici e ‘talentuosi’ clown che paiono colti da un’eccitazione infantile all’idea di avere una scena ed un pubblico a loro completa disposizione. Senza un racconto enunciato e senza alcuno scambio di battute, Clown in libertà racconta, dunque, il pomeriggio un po’ anomalo di tre clown che vogliono allestire uno spettacolo per divertire, stupire ed infine conquistare, abbracciare, baciare il pubblico di passanti. Cercando con ogni mezzo di sorprenderlo, a costo di prevaricarsi gli uni con gli altri, di farsi vicendevoli dispetti finiranno per causare, a volte, il deragliamento dell’azione. Ecco quindi sequenze di mano a mano, duelli al rallentatore, intricati passaggi di giocoleria rubandosi ripetutamente di mano gli attrezzi, e ancora evoluzioni e piramidi.

La musica è la vera colonna portante dell’azione e dello sviluppo narrativo; accompagna, scandisce e ritma ogni segmento ed ogni azione. L’intero spettacolo risulta così come un grande, unico e continuo viaggio musicale che non si interrompe ‘quasi’ mai, nemmeno durante le acrobazie più impensabili.

WHEN WE WERE KIDS - CONCERTO FESTA FINALE

Manifatture Knos / ingresso con merenda €3

8 Gennaio 17.30

Kids Band con Carolina Bubbico (voce, tastiera), Daniele Vitali (voce, tastiera), Emanuela Gabrieli (voce), Manu Pagliara (voce, chitarra), Mario Esposito (basso), Filippo Bubbico (batteria)

Please reload

 
 

LABORATORI SMOLLALI

partecipazione gratuita

TUTTI A SCUOLA DI CIRCO 

 

28 e 30 DICEMBRE e 4 GENNAIO - dalle ore 10.30 - 12.30 presso MANIFATTURE KNOS
A cura di circKnos e Salento buskers 

 

Un breve percorso di introduzione alle principali arti circensi, inserito nel programma del KidsFestival2016/17, rivolto ai bambini dai 6 anni in su. Infatti, dopo gli esperimenti delle scorse stagioni grazie ai quali numerosi bambini si sono avvicinati al mondo del circo, riprende il via dalla seconda settimana di Gennaio la “scuola di circo” delle Manifatture Knos. Della durata annuale, mira a far acquisire ai bambini le tecniche di base delle principali arti circensi: tessuto, trapezio, fune, giocoleria, trampoli e clownerie. Uno spazio dove i bambini potranno scoprire i segreti e le magie di queste discipline che richiedono esercizio, concentrazione, coordinazione ma anche tanta voglia di divertirsi.

 

Un percorso graduale propedeutico allo sviluppo di abilità sportive e artistiche da coltivare nel tempo. 

 

MOSTRE / INCONTRI

28 dicembre

Salone Teatro Paisiello

dalle 18:30 alle 20:00

29 e 30 dicembre

Salone Teatro Paisiello

dalle 20.00 alle 22.30

 

347 0094900

340 4722974 

WE ARE FAMILY

 

MOSTRA DI ILLUSTRAZIONI - A CURA DI FERMENTI LATTICI E LEA

 

“We Are Family” è una mostra di illustrazioni nata da un’idea delle associazioni LeA- Liberamente e Apertamente e Fermenti Lattici grazie al contributo dal CsvSalento.

 

Un progetto che intende raccontare, attraverso un percorso guidato, i tanti tipi di famiglia che esistono nella nostra società, la bellezza della diversità e le tante forme dell’amore. 

La mostra è realizzata grazie alla collaborazione della casa editrice Lo Stampatello dai cui albi sono tratte le illustrazioni. 

MANIFATTURE KNOS

4 gennaio ore 9.30-12.30

MERCATINO DEL BARATTO PER BAMBINI

Ovvero Babbo Natale ha sbagliato anche quest’anno

 

Appuntamento fisso del Festival Kids, ritorna il mercatino del baratto dove ogni bambino è invitato a portare giochi, vestiti, libri, oggetti e tutto ciò che intende scambiare con altri bambini; ogni "espositore" avrà a disposizione un piano d'appoggio per i propri oggetti, tutti i partecipanti sono invitati ad allestire, abbellire e decorare il proprio banchetto, via libera quindi alla creatività e alla fantasia.

Kids Festival Internazionale del teatro e delle arti per le nuove generazioni, III edizione, Lecce

un progetto di

 

Città di Lecce, Compagnia Factory Transadriatica, Principio Attivo Teatro, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese

In collaborazione con

Ammirato Culture House, Cantieri Teatrali Koreja, Manifatture Knos, Fermenti Lattici, Musagetes

 

MAIN SPONSOR

carra - soluzioni innovative

MEDIA PARTNER

salentoweb.tv / Salento 365

PARTNER TECNICO

BookingShow.it / MWEB

PARTNER

VESTAS HOTELS & RESORTS

'00' DOPPIOZERO

LA SUCCURSALE

OSTERIA DELLA DIVINA PROVVIDENZA

ZIO GIGLIO

LA VECCHIA OSTERIA

L'INCONTRO PASTICCERIA GELATERIA CAFFETTERIA

KIDS&US LANGUAGE SCHOOL

PARCOPADULI

PIPI & PUPU kids(art)wear