© 2017 Associazione Culturale Factory Compagnia Transadriatica

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
Please reload

Post Recenti

MANIFESTAZIONE D’INTERESSE PER ISCRIVERSI  ALLA TRAINING SESSION SU TEATRO SOCIALE E DI COMUNITA’ PREVISTA DAL PROGETTO CROSS THE GAP A LECCE DAL 3 al...

CALL PER ISCRIVERSI ALLA TRAINING SESSION SU TEATRO SOCIALE E DI COMUNITA’ PREVISTA DAL PROGETTO CROSS THE GAP A LECCE DAL 3 al 15 GENNAIO 2020.

November 16, 2019

1/10
Please reload

Post in evidenza

Manga e arie da soap opera per rileggere Shakespeare

 

Manga e arie da soap operaper rileggere Shakespeare

Sul palcoscenico del Forma di Bari, sabato e domenica approda «Sogno di una notte di mezza estate»

 

BARI - Si riaprono le porte dei teatri pugliesi per il Sogno di una notte di mezza estate della Compagnia Factory/Transadriatica diretta da Tonio De Nitto che, dopo aver inaugurato al Teatro dell’Elfo di Milano la vetrina «Puglia in scena», in ottobre, è atteso domani e domenica al Teatro Forma (info e prenotazioni allo 080 501.02.77), nel cartellone della stagione di prosa del Comune di Bari organizzata in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese. Interpretato da Angela De Gaetano, Chiara De Pascalis, Enrico Di Giambattista, Nikola Krneta, Milivoje Lakic, Ana Mulanovic, Luca Pastore, Andrea Simonetti e Fabio Tinella, il Sogno è una frizzante rilettura del celebre testo scespiriano che De Nitto porta in scena rispolverando l’immaginario manga degli anni Ottanta e lasciandolo decantare in atmosfere da soap opera, con colonna sonora conseguente che tira in ballo vecchi successi di Rita Pavone e Adriano Celentano. «Penso a questo lavoro - spiega il giovane regista - come ad un grande cartoon in cui i gesti, spesso meccanici e burattineschi, si ripetono di continuo lasciando che gli attori li facciano credere ogni volta unici».

 

Alle magie ambigue e lascive di Oberon si contrappongono i siparietti isterici di Titania, mentre il pubblico è chiamato a prender parte sulla scena all’esilarante rappresentazione della scalcagnata compagnia di Bottom. Su tutti i personaggi aleggia etereo lo spiritello di Puck, miope Cupido che mescola i sentimenti come carte, seminando il subbuglio nei progetti dei fuggitivi amanti Lisandro ed Ermia e degli inconciliabili Demetrio ed Elena, salvo poi riportare l’ordine nei rispettivi destini nel finale della commedia. «La presenza di tanti interpreti di diverse nazionalità, che si esprimono nelle rispettive lingue - prosegue De Nitto - è il presupposto spontaneo per un testo che ha qualcosa da spartire con ognuno di noi ed in cui ciascuno può condividere sentimenti comuni: nel delicato intreccio del Sogno di una notte di mezza estate, sei personaggi rincorrono l’amore, lo confondono e giocano sotto un influsso magico. 

E poi ci sono strane apparizioni, creature indefinibili, siparietti musicali ed improbabili attori alle prese con un’altra tragicomica commedia. Come solo in un’allucinazione onirica può accadere». 

 

Lo spettacolo, illuminato dalle luci di Davide Arsieni, con i costumi di Stefania Miscuglio e gli oggetti di scena in cartapesta di Francesca Carallo, dopo le due repliche del capoluogo proseguirà la tournèe pugliese presso i Teatri Comunali di Nardò, Torre Santa Susanna e Massafra, rispettivamente il 24, 25 e 26 febbraio.

Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square