Please reload

Post Recenti

SULLE TRACCE DI UBU RIPARTE IL LABORATORIO TEATRALE DI CROSS THE GAP

June 25, 2020

1/10
Please reload

Post in evidenza

il “Sogno” visto da Mario Bianchi su eolo-ragazzi.it

Altri due spettacoli visti a Bari possono in qualche modo possono essere accomunati “Sogno di una notte di mezza estate” di Tonio De Nitto per la compagnia Factory Transadriatica e “Cuore, Come un tamburo nella notte” di Roberto Corradino perchè ambedue diretti da giovani registi pugliesi e ambedue rappresentati da una formazione di attori poco convenzionali. Più facile certo il compito da Tonio De Nitto che, avendo a disposizione tale assunto drammaturgico, può giocare facilmente nella trama collaudatissima del bardo inglese, restituendocene una versione pop godibilissima dove ogni tipo di pubblico può entrarci ma soprattutto si diverte in una babele di lingue e linguaggi. De Nitto, dopo un’attività ultradecennale con Koreja, assistente alla regia nell’allestimento dell’Otello di Arturo Cirillo, è qui infatti impegnato nella direzione di una factory di attori italiani (di cui tre pugliesi), serbi, croati e montenegrini.Tra passato e presente, personaggi che diventano cartoons, Rita Pavone, travestimenti e pubblico sulla scena, gli incantesimi del più famoso e visitato bosco scespiriano si materializzano sul palco. Iimporta poco se gli attori e le soluzioni non sono tutti dello stello livello, importa che in ogni momento si percepisce nitido il piacere di giocare con il teatro che si coniuga perfettamente con il gioco di Puch di mescolare destini e sentimenti, dove l'amore, forse e diciamo forse, potrà ritornare a ricomporsi.

Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2017 Associazione Culturale Factory Compagnia Transadriatica

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle